Atena Parthenos

S

La statua di Atena Parthenos, atena la vergine, è giunta sino a noi grazie a delle copie rinvenute nei pressi dell’acropoli di Atene, città dedicata alla dea. La statua era collocata al centro del Partenone e ricoperta d’oro, alta circa 12 metri, scolpita da Fidia nel 438 a.c. purtroppo secondo gli storici la statua fu bruciata diverse volte nel corso dei secoli e ricostruita. Atena è rappresentata come una guerriera, vestita con un peplo chiuso da un medaglione raffigurante Medusa. Il capo cinto da un elmo ornato da un cavallo e sui cimieri spiccano una sfinge e dei grifi alati. Nella mano destra troneggia la Nike, ovvero la vittoria e nella mano sinistra lo scudo, dal diametro di 4 metri al cui interno è nascosto il serpente Erittonio, sacro alla dea.

Nel mito greco era figlia di Zeus, dea della giustizia e rappresentava l’intelligenza che crea. La genialità del pensiero, dell’industria e del lavoro. Fu lei ad insegnare agli uomini a costruire navi, ad innalzare i templi, a tessere e a ricamare stoffe dagli splendidi colori. Inventò anche il flauto ma quando vide che gonfiava orribilmente le guance sdegnata lo gettò via.

Una piccola curiosità per farvi sorridere…. La statua di Atena compare nel film “Percy Jackson e gli dei dell’olimpo” il protagonista si reca al tempio riprodotto a Nashville dove si trova la statua a grandezza originale.

Come non ricordare il bellissimo cartone animato “I cavalieri dello zodiaco”? Le mitiche gesta di un gruppo di ragazzi votati al culto della giustizia, guidati dalla dolce lady Isabel reincarnazione della dea Atena e pronti a tutto per farla trionfare!

i cavalieri dello zodiaco