Categoria: opere d’arte

No violenza sulle donne

Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne. Un’artista ferita ed umiliata fu la grande Artemisia Gentileschi, violentata all’età di diciotto anni, nonostante l’umiliazione subita, le torture per dimostrare la sua innocenza da donna si rialzò e continuò ad affrontare la vita con coraggio e a testa alta. In molti quadri rappresentò se stessa vincendo contro uomini violenti. L’opera in esame è “Giuditta che decapita Oloferne”. Olio su tela realizzato fra il 1612-13 conservato nel Museo nazionale di Capodimonte.
L’amore NON è violenza, l’amore NON è sofferenza.
La vita NON ha prezzo.

Categories: opere d'arte Tags: Tag:, , ,

Le lacrime di Freyja

Le lacrime di Freyja Anne Marie Zilberman

Ci sono mattine in cui ti svegli e senza un motivo ti appare nella mente un quadro “Le lacrime di Freyja” opera della pittrice francese contemporanea Anne Marie Zilberman. Adoro questo dipinto per la luce dorata che emana, la dolcezza del viso, la corposità del colore che si esprime nei riccioli che incorniciano il viso truccato sapientemente. Erroneamente si pensa a Klimt….siamo abituati alla sua tecnica dell’oro! Se lo osserviamo notiamo una sostanziale differenza nella stesura del colore, delicata quella del pittore austriaco più densa e passionale quella della pittrice francese. Una donna alquanto misteriosa!!! Non è facile trovare informazioni sulla sua vita, vive lontano dai social ho scoperto che ha lavorato come stilista per Kenzo!!! Che cosa particolare!!!! 😊 La bellezza di questo quadro è innegabile, non ci si stamca mai di guardarla per capire cosa sta pensando…la storia di Freiya nel mito nordico è molto romantica, vi consiglio di leggerla in fondo se ci pensate tutte noi siamo come lei!💛🌹

La dea Freyja, divinità della guerra, della morte, delle virtù profetiche, ma anche della fertilità, dell’amore, della bellezza, della seduzione e dell’oro, era la moglie del dio Odur, che spesso partiva per lunghi viaggi lasciando la consorte tutta sola. Si narra che ogni volta che il suo amato si allontanava, Freyja piangesse disperata lacrime d’oro che tingevano l’alba di colori.

Categories: opere d'arte Tags: Tag:,

giornata mondiale del bacio

Oggi è la giornata mondiale del bacio, per tutti i cuori romantici un momento importante! Un bacio può esprimere tante cose…un gesto semplice, spontaneo che può cambiare il corso di una vita…. ad esempio…la bella addormentata nel bosco!!! Se il principe non l’avesse baciata avrebbe dormito per sempre!!! In fondo l’amore è così un momento infinito, un mondo racchiuso in un bacio ❤ Ho pensato oltre alle favole al mondo dell’arte quante tele sono state dedicate al bacio, con vari significati poi dal concetto patriottico del pittore Hayez a quello più giocoso della pop art di Lichtenstein passando per l’enigmatico bacio degli amanti di Magritte al focoso bacio a letto”di Toulouse Lautrec per concludere con il dolce bacio di Klimt e l’azzurro bacio alla finestra di Munch. Quanta poesia espressa con il colore. Capisci che baciare la persona amata eleva lo spirito dalle brutture del mondo.. E voi…..quale bacio o quadro amate? Son curiosa!

Atena Parthenos

S

La statua di Atena Parthenos, atena la vergine, è giunta sino a noi grazie a delle copie rinvenute nei pressi dell’acropoli di Atene, città dedicata alla dea. La statua era collocata al centro del Partenone e ricoperta d’oro, alta circa 12 metri, scolpita da Fidia nel 438 a.c. purtroppo secondo gli storici la statua fu bruciata diverse volte nel corso dei secoli e ricostruita. Atena è rappresentata come una guerriera, vestita con un peplo chiuso da un medaglione raffigurante Medusa. Il capo cinto da un elmo ornato da un cavallo e sui cimieri spiccano una sfinge e dei grifi alati. Nella mano destra troneggia la Nike, ovvero la vittoria e nella mano sinistra lo scudo, dal diametro di 4 metri al cui interno è nascosto il serpente Erittonio, sacro alla dea.

Nel mito greco era figlia di Zeus, dea della giustizia e rappresentava l’intelligenza che crea. La genialità del pensiero, dell’industria e del lavoro. Fu lei ad insegnare agli uomini a costruire navi, ad innalzare i templi, a tessere e a ricamare stoffe dagli splendidi colori. Inventò anche il flauto ma quando vide che gonfiava orribilmente le guance sdegnata lo gettò via.

Una piccola curiosità per farvi sorridere…. La statua di Atena compare nel film “Percy Jackson e gli dei dell’olimpo” il protagonista si reca al tempio riprodotto a Nashville dove si trova la statua a grandezza originale.

Come non ricordare il bellissimo cartone animato “I cavalieri dello zodiaco”? Le mitiche gesta di un gruppo di ragazzi votati al culto della giustizia, guidati dalla dolce lady Isabel reincarnazione della dea Atena e pronti a tutto per farla trionfare!

i cavalieri dello zodiaco