Tag: ilcilindrodellafantasia

C’era una volta

art by Tiziana Gissi

La piccola Bea viveva in montagna.

La sua vita trascorreva serena con il variare delle stagioni, certo l’autunno e l’inverno erano pesanti da sopportare, ma quando giungeva la primavera tutto si trasformava, ed allora la gioia s’impossessava del suo piccolo cuore. Per andare a scuola doveva percorrere un lungo tratto di cammino tra i sentieri appena accennati e con la neve ed il freddo pungente c’era poco da divertirsi. Bea amava andare a scuola ed aveva ripromesso a se stessa che avrebbe continuato a studiare fino a quando avesse conseguito una laurea.

Era una bambina che si interessava a tutto, attenta e giudiziosa, in casa era l’ultima di cinque figli e l’unica femminuccia. Erano gli anni cinquanta, reduci da un grave conflitto, ma orgogliosi di una splendida ripresa economica. Il paese cominciava a rinascere. Un giorno era andata con la scuola ad uno spettacolo teatrale.

Gli insegnanti avevano accompagnato le scolaresche a teatro dove avrebbero assistito al balletto “Lo schiaccianoci”.

Bea era trepidante, amava la danza ed avrebbe voluto realizzare il suo sogno, diventare “l’etoile” di un grande teatro.

art by Tiziana Gissi

Inizia lo spettacolo, e nel silenzio più profondo, iniziano le musiche meravigliose.

Bea è ipnotizzata dal palcoscenico e a mano a mano che si susseguivano i personaggi ne resta sempre più incantata.

La magica atmosfera della notte di Natale, gli invitati, i bambini, i regali, e poi lo schiaccianoci a forma di soldato che viene donato a Clara dal mago.

Allora entra completamente nel sogno, lo fa diventare realtà.

E lei la protagonista, ora, lei, la giovane Bea che danza e vive in quel sogno.

La fata Confetto, la cioccolata, il the, il caffè la danza dei flauti e delle trombe, la battaglia tra i topi ed i soldati del principe Schiaccianoci.

E come in tutte le favole il lieto fine è d’obbligo. L’esercito del principe sconfigge quello dei topi. E Bea si sveglia.

Era stato un sogno?

Si ma nei suoi ricordi ci saranno sempre il principe Schiaccianoci, la fata confetto, i fiori, le farfalle e gli uccellini oltre la sua meravigliosa danza.