Tag: libro

Il mistero del coltello sporco di Nutella

Il mistero del coltello sporco di …nutella

Questo racconto l’ho scritto per il mio nipotino Dado, fantasia sbrigliata ed intelligenza acuta, quando egli era piccino. Adesso è un giovanotto e quando gli ricordo i giochi che facevamo insieme sorride, gli occhi color fiordaliso gli si illuminano di gioia e mi abbraccia forte con tanto amore.

BOZZA DEL GIALLO CON  SFUMATURE COLOR … CIOCCOLATA
IL MISTERO DEL COLTELLO SPORCO DI… NUTELLA
AMBIENTE: IL SALONE DELLE FESTE DELLA SIGNORA  SEDANA
VIA VICOLO CIECO CON LE CATARATTE TERZO PIANO
PERSONAGGI: IL CINGHIALE PIEDI SPORCHI, IL TAPPO DI SPUMANTE, IL PALO DELLA LUCE, LA PATINOCCHIA, LA PILA SIRENA E IL FANTASMA CON IL COLTELLO INCRIMINATO SPORCO DI NUTELLA


Ci troviamo nel salone delle feste della  Sedana, una facoltosa signora, nel quale si sta svolgendo una festa in maschera. ”I sei personaggi in cerca d’autore” si muovono furtivamente poiché ciascuno di essi ha ricevuto un messaggio che dice: – Al tocco della mezzanotte  morrai-. Tutti dubitano l’uno dell’altro, si sorvegliano, perché temono di essere presi alla sprovvista. Fuori nella notte buia e fredda una figura nera cammina rasente i muri. Anche la Luna ha paura di farsi vedere e si nasconde dietro le nuvole. Ad un certo punto le luci nel salone si spengono poiché la padrona di casa ha dimenticato di pagare la bolletta. Stupore, sgomento, paura invadono l’animo degl’invitati. Nel trambusto generale si cercano le candele, ma, dato che la padrona di casa è disordinata, si trova di tutto tranne le candele. La Pila sirena fa sentire la sua voce stridula che intimorisce gli astanti trascinandoli in un angolo del salone.

Art Tiziana Gissi

Si sentono dei tocchi alla porta “TOC, TOC, TOC “Tutti trasalirono stupiti e spaventati, chi può essere a quest’ora? si chiedono meravigliati. Nessuno osa aprire, ma Palo della luce, in un impeto di coraggio bela: – Chi è? – La Patinocchia con il matterello in mano lo spalleggia, il Tappo di spumante la segue con il battipanni, chiude il gruppetto il Cinghiale piedi sporchi ch dice: “Se non lo farete fuori voi lo ucciderò io con la puzza dei miei piedi.” Tutti tremanti aprono la porta e… ohhhh meraviglia, è la signora del piano di sotto che reclama per il chiasso che dilaga. La Patinocchia cerca di calmarla e la invita ad entrare per unirsi alla festa, ma quella, imbestialita e nevrotica, fa spallucce, scende le scale di corsa, al buio non vede gli scalini, mette un piede in fallo e ruzzola giù come una palla. Alle sue urla disumane tutte le porte dei pianerottoli si aprono e facce assonnate, signore con i bigodini in testa, uomini in pigiama, cercano di capire cosa stia succedendo.

Art Tiziana Gissi

Da un appartamento che si crede vuoto provengono degli strani rumori. La signora Sedana che si trova anche lei per le scale, risoluta e coraggiosa si attacca al campanello. In quel momento la luce delle scale si spegne e tutto piomba nel buio più profondo. Si sente uno sferragliare si serrature di sicurezza, poi con un cigolio sinistro la porta si apre, una lama di luce inonda le scale. Inorriditi tutti i presenti fanno un passo indietro, urla ed imprecazioni rompono il silenzio, chi ruzzola, chi ha i calli pestati. Poi tutto tace, tra lo sbigottimento generale, la Pila sirena emette un urlo agghiacciante, nell’oscurità ha visto brillare la lama di un coltello. Tutti si voltano e vedono un Fantasma con un coltello in una mano ed un vasetto nell’altra. Qualcuno accende la luce delle scale e il coltello è sporco di …nutella. La Patinocchia prende il coraggio a due mani e comincia a far roteare il matterello. Il Fantasma allora urla: – Lasciami stare zia, lasciami stare, ho tanta fame – e si strappa di dosso il lenzuolo per farsi riconoscere. E’ Dado il nipotino della Patinocchia   con la bocca piena di biscotti e nutella. A questo punto la festa si trasferisce al piano di sotto e, tra urla di gioia e risate, tutti sgranocchiano biscotti e nutella.

Art Tiziana Gissi

Ps: Dado temeva che gli amici della zia durante la festa svuotassero la dispensa di tutti i vasetti di nutella ecco perché li aveva spaventati con quel messaggio intimidatorio.

Testo Vera Di Prima art Tiziana Gissi

Il lavoro continua!

No Comments

Stamattina di buon ora mi sono alzata, colazione rcca messo in ordine perchè la vita della casalinga è anche questo! poi mi son messa all’opera, china nera, pennelli, musica e….viaaaaaaaa si comincia ad inchiostrare!!! Mi ritengo soddisfatta, un’altra illustrazione per il libro è terminata, che bello vederlo prendere forma. Lo immagino piano piano, l’impaginazione, certo credo che lo pubblicheremo in formato e-book. Va tantissimo, devo convertirmi al digitale, povera me!!! hahahahahha il fascina del cartaceo è indiscutibile ma per farsi conoscere la piattaforma digitale è tutt’altra cosa! Bene bene domani si continua!

Tutto quello che so l’ho imparato dal mio gatto

No Comments

Tutto quello che so l’ho imparato dal mio gatto

 

Un libro scritto e illustrato da Suzy Becker edito da Rizzoli, racconta attraverso spassosissimi disegni la convivenza con un gatto e di conseguenza il rapporto speciale che si crea. Mi è piaciuto molto non solo per i disegni, l’ironia e l’allegria che sprizza da ogni pagina, il test all’inizio del libro è troppo carino, mi sono fatta un sacco di risate perché è sacrosantamente vero!!!! La cosa più importante è il concetto di base ovvero il rispetto per gli animali, le persone dovrebbero capire prima di donare un animale che non regalano un oggetto ma un essere vivente con le proprie necessità. Una responsabilità che dura per la vita. Lo consiglio come regalo ai bambini per farli apprendere in modo divertente!

Passione pericolosa…che brivido!

No Comments

Passione pericolosa

 

Passione pericolosa è un romanzo scritto da Lisa Marie Rice, edito in Italia da leggereditore collana One. La trama è avvincente la protagonista si chiama Grace Larsen, un’artista talentuosa… ma anche veggente! A volte gli artisti hanno una sensibilità particolare di questo se ne accorge, per caso, un giorno il protagonista Viktor “Drake” Drakovich passando davanti alla galleria d’arte dove la nostra eroina espone solitamente i suoi quadri, una in particolare lo colpisce dritto al cuore, una cosa strabiliante per lui, un uomo temuto e odiato per il suo potere, abituato a muoversi nell’ombra per non incorrere in pericoli estremi, un lupo solitario freddo e distaccato ma si sa l’amore non ha regole! Grace lo sconvolge fin nel profondo, la desidera, la segue, la protegge quando si trova coinvolta in una sparatoria e tutto il suo mondo va in pezzi. Ha inizio così la loro relazione che non manca certo di colpi di scena, azione e tanta pura passione…i personaggi crescono e si confrontano pagina dopo pagina crescendo, maturando, superando le loro reciproche paure e per questo comprendendo che …. cosa????  lo dovete scoprire VOI! Non voglio rovinarvi il finale!!! ^____^

Gettatevi in una vortice di passione, colori e azione!!!

 Come avrete certamente intuito il libro è scritto bene, non ti annoia perché è ricco di azione, per questo motivo può piacere anche ad un pubblico maschile, di sentimento, passione una miscela esplosiva. Non aspettate oltre correte a leggerlo!!!!

La pittrice di anime

No Comments

“La pittrice di anime”

 scritto da Isabel Wolff  pubblicato in Italia da Leggereditore

La trama è incentrata su Ella, famosa ritrattista che espone in diverse gallerie d’arte importanti, si trova in Inghilterra per il matrimonio della sorella Chloe, come sempre nulla è come sembra … la storia si articola attraverso l’intreccio di personaggi o meglio persone con le loro fragilità, debolezze, segreti inconfessabili celati dietro facciate di perbenismo. Ella attraverso il ritratto, scrutando i loro occhi riesce a capire che l’apparenza non è sempre di felicità si deve guardare in profondità perché la vita ti sorprende sempre quando meno credi. Le vie del cuore sono le più problematiche altresì il perdono è un cammino lungo ed impervio. La chicca è un quadro realmente esistito che cattura l’attenzione della protagonista ma…non voglio dirvi oltre!

Di questa storia mi è piaciuta la particolare attenzione posta all’arte del ritratto che non consiste nel copiare foto!

Un estratto del libro che riassume il concetto di ritratto.

Guardare le persone attraverso gli occhi per carpire loro una parte dell’ anima, interessante le spiegazioni tecniche sui colori infatti alla fine del libro ci sono le fonti poiché l’autrice ha preso davvero sul serio il lavoro del pittore! Citando artisti ritrattisti, libri di ritrattistica, molto interessante, peccato siano in inglese e non di facile reperibilità perché sarebbe stato bello sfogliarli. Scritto in modo fluido, coinvolge il lettore con un susseguirsi di eventi per portarci verso un finale…a sorpresa!!!

Da leggere se amate le storie d’amore, l’arte ma soprattutto non vi fermate all’ apparenza!

Il segreto di parigi

No Comments

Buongiorno eccomi qui a recensire l’ultimo libro letto “Il segreto di Parigi”

Libro uscito questa primavera per Newton  Compton editore, costo di 9 euro per circa 380 pag. si trova facilmente in libreria, nei centri commerciali di vario tipo. Mi ha colpito molto sia per l’ambientazione, adoro Parigi, sia per la trama e poi perché parla di arte in modo dettagliato non superficiale, descrivendo i colori, l’intensità della luce, l’emozioni del pittore ma anche dello spettatore, introducendoci all’affascinante quanto mai misterioso ed esclusivo mondo delle Aste. Personalmente m’intriga tantissimo!!!

Storia molto interessante perché basata su un fatto reale, ovvero il ritrovamento di un appartamento chiuso per 70 anni a Parigi, (fate una ricerca sul web non ve ne pentirete!!!) Una volta aperto si ritrovano tesori inestimabili e preziosi, qui entra in scena la protagonista Flora Sikes esperta d’arte, incaricata dalla famiglia Vermeil di catalogare, stimare i quadri per metterli all’ asta ma…non sempre le cose vanno come si desidera!!! Inizia così un turbinio di eventi incalzanti con diversi colpi di scena che si spiegheranno solo alla fine della storia! si avverte una crescita del personaggio di Flora così come quello del personaggio maschile o maschili… si viaggia per l’Europa, la Francia stessa, scenari affascinanti, si frequentano feste esclusive, aste all’ultimo sangue!!! La scrittrice Karen Swan è una giornalista per cui il fluire della storia è piacevole, ti rapisce, un libro da poter leggere per svagarsi ma non per questo mancano diversi punti di riflessione, non credevo mi ha sorpresa tanto!

In conclusione ci sono tanti segreti, ogni personaggio custodisce un segreto…è tutto un segreto!!! e chi sono io per svelarvelo?! Non vi resta che leggerlo!

I colori dopo il bianco

No Comments

I colori dopo il bianco

 

I colori dopo il bianco, ditemi voi come si fa resistere ad un titolo che può essere un richiamo delle sirene per un’artista? Ebbene… ho ceduto alla tentazione! La copertina mi ha colpito tantissimo, tutta colorata, leggendo la trama ho avuto un tuffo al cuore perché alcune storie arrivano al momento giusto nella tua vita, ti toccano profondamente e non ti lasciano più.

L’autore attraverso il viaggio della protagonista Silke ci introduce alla scoperta di Marsiglia, una città colorata…di sentimenti contrastanti, di persone diverse, ricca di contraddizioni come solo un porto di mare può essere. Silke conosce il bianco della sua vita passata, asettica, stretta in rigide convenzioni, ignora il calore e la bellezza dei colori del sentimento.Si evolve durante la storia attraverso situazioni estreme che la porteranno a guardarsi dentro, affrontando le sue molteplici paure per poi accettarsi riconoscendo che “… la luce di Marsiglia…” vince!

Libro scritto molto bene, la particolarità che mi ha colpito è stato l’uso del colore per descrivere lo stato d’animo della protagonista cit.“…Silke guarda tutti quei colori e spera che possano liberarla dal buio che ancora si porta dentro…” Vi consiglio di correre in libreria, l’autore è Nicola Lecca edito da mondadori, non perdetelo assolutamente!

Da leggere se si vuole viaggiare tra le strade di una città e per le vie dell’anima capendo che il colore è dentro ognuno di noi.