Tag: Pensieri

In punta di scarpette

La vita della piccola Cloè trascorreva serena con il variare delle stagioni, certo l’inverno erano pesante da sopportare ma quando giungeva la primavera tutto si trasformava, ed allora la gioia s’impossessava del suo piccolo cuore. Per andare a scuola doveva percorrere un lungo tratto di cammino tra sentieri innevati e per sentire meno freddo  immaginava di trasformarsi nella principessa delle nevi! Cloè, era una bambina allegra, solare e sognatrice. Osservava il mondo circostante con grandi occhi curiosi e brillanti per imparare quanto più poteva!

Un giorno, i suoi insegnanti avevano accompagnato le scolaresche a teatro dove avrebbero assistito al balletto “Lo schiaccianoci”. Cloè era trepidante perché amava la danza ed avrebbe voluto realizzare il suo sogno, diventare “etoile” e poter ballare su di un grande palcoscenico, libera di volare ed esprimere il suo cuore. Scende il silenzio. Nell’aria si odono le prime note, ora è lei la prima ballerina, ipnotizzata dal palcoscenico osserva lo schiaccianoci a forma di soldato che viene donato alla protagonista dal mago, la fata confetto, la battaglia tra i topi e i soldati del principe schiaccianoci. E come in tutte le favole il lieto fine è d’obbligo. L’esercito del principe sconfigge quello dei topi.

Il suo sogno non finisce perché a distanza di tempo, guardandosi allo specchio, adulta, ricorda la piccola sognatrice che con tanti sforzi ha infine realizzato il suo più desiderio. Ballare in punta di scarpetta.

Categories: Galleria Tags: Tag:,

riflessioni di me

In genere non amo scrivere post lunghi li trovo noiosi ma leggendo questo brano dico a me stessa ” brava Tiziana anche se la tua vita è andata in frantumi hai trovato la forza per combattere il dolore, non hai lasciato che il tuo animo fosse sporcato dalle brutture della vita. Ora sei rinata e continui a sorridere alla vita. Brava” Grazie anche al sostegno di tanti amici preziosi.
TESTO
“Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c’è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato.
(Haruki Murakami)

Categories: Diario Tags: Tag:,

Addio

L’uomo dice alla donna: ti amo,come se stringessi tra le palme il mio cuore,simile a scheggia di vetro che m’insanguina le dita,quando lo spezzo follemente.La donna dice all’uomo:ho guardato nei tuoi occhi,nel mio cuore,con amore curvandomi sulle tue labbra.L’uomo ha taciuto.Un libro caduto sul pavimento.Una finestra si è chiusa.Come un mormorio nelle tenebre.

Nazim Hikmet

Categories: Diario Tags: Tag:,

pandora custode della speranza

Stamattina a colazione riflettevo secondo il mito greco dal vaso di Pandora sgorgarono tutti mali del mondo. In ultimo uscì la speranza, una fioca, leggera, luce che leniva il dolore dell’anima umana. Speriamo che la luce vinca sempre sulle tenebre.

Categories: Schizzi Tags: Tag:,

ogni nuovo mattino uscirò per strada a cercare i colori

Girerò per le strade finché non sarò stanca morta
saprò vivere sola e fissare negli occhi
ogni volto che passa e restare la stessa.
Questo fresco che sale a cercarmi le vene
è un risveglio che mai nel mattino ho provato
così vero: soltanto, mi sento più forte
che il mio corpo, e un tremore più freddo
accompagna il mattino.

Son lontani i mattini che avevo vent’anni.
E domani, ventuno: domani uscirò per le strade,
ne ricordo ogni sasso e le striscie di cielo.
Da domani la gente riprende a vedermi
e sarò ritta in piedi e potrò soffermarmi
e specchiarmi in vetrine. I mattini di un tempo,
ero giovane e non lo sapevo, e nemmeno sapevo
di esser io che passavo-una donna, padrona
di se stessa. La magra bambina che fui
si è svegliata da un pianto durato per anni
ora è come quel pianto non fosse mai stato
.
E desidero solo colori. I colori non piangono,
sono come un risveglio: domani i colori
torneranno. Ciascuna uscirà per la strada,
ogni corpo un colore-perfino i bambini.
Questo corpo vestito di rosso leggero
dopo tanto pallore riavrà la sua vita.
Sentirò intorno a me scivolare gli sguardi
e saprò d’esser io: gettando un’occhiata,
mi vedrò tra la gente. Ogni nuovo mattino,
uscirò per le strade cercando i colori. Cesare Pavese

Categories: Diario Tags: Tag:, ,

Si riparteeee

Da oggi si riparte con una nuovo modo di vivere o meglio imparare a convivere con il coronavirus che ci ha davvero stravolto la vita. Nulla sarà più come prima ma mi auguro che nonostante tutte le difficoltà non venga a mancare l’amore, la solidarietà e la speranza di un futuro positivo. Non voglio abbruttire la mia anima con la negatività…si deve provare a sorridere anche se in alcuni momenti sembra impossibile.

Categories: Diario Tags: Tag:,

ciò che vorrei…


Cerchiamo qualcuno che ci difenda diventando il nostro rifugio, perché proteggere è il sinonimo che più si avvicina al verbo amare.

Categories: Diario Tags: Tag:,

Il potere delle parole 🏵

“Non parlare è un fiore.”
「言わぬが花」
“Iwanuga hana.”

proverbio giapponese

In Giappone si crede che le parole abbiano un’anima e che solo pronunciandole si attivi il potere di trasformare gli eventi.
Questa credenza viene chiamata “Kotodama”; 言 “koto” è “parole” e 霊 “dama” è “anima”.
Le nostre parole hanno certamente una forte influenza sulle persone che le ascoltano. Per questa ragione viene spesso detto che “prima di parlare bisogna pensare” e “quando si parla bisogna portare il peso della responsabilità di quello che si dice…”.
Ad esempio, ad un matrimonio, non sentiremo mai pronunciare da un giapponese le parole “wakareru” (separarsi) e “kireru” (rompersi), non solo per maleducazione ma per paura che malauguratamente si possano realizzare.

Categories: Storia del manga Tags: Tag:,