Tag: poesia

Ti amo

Ti amo terribilmente

Kahlil Gibran
Ti amo terribilmente,
se sbocciasse un fiore ogni volta che ti penso,
ogni deserto ne sarebbe pieno…
Potrei dimenticarmi di respirare ma non di pensare a te.
Il grande amore non si può vedere ne toccare, si può sentire solo con il cuore.
L’amore non da nulla se non se stesso, non coglie nulla se non da se stesso.
L’amore non possiede ne è posseduto: l’amore basta all’amore.


JJohn Koch La notte 1964
Categories: Diario Tags: Tag:, , ,

Tu

Art by Tiziana Gissi

Tu….
Tu, tu, tu
Sempre e dovunque
Nella mia mente,
Nel mio cuore.
Vorrei strappati dalla mia mente
E dal mio cuore 
Ma non posso,
E non voglio,
Sei la mia droga,
Terribile, dolcissima 
Droga

Le tue braccia che mi stringono,
La tua bocca che mi copre di baci,
E poi carezze, carezze
Come una pioggia di stelle sul mio capo, sul mio corpo,
Dolci piccole parole,
Sussurrate all’ orecchio
Il tuo cuore che batte contro il mio,
Bussa per farsi aprire,
E chiede amore,
È una poesia che non ha tempo l’ amore

riflessione


Ogni tanto tenta di vivere e basta. Vivi semplicemente. Non lottare e non forzare la vita. Osserva in silenzio ciò che accade. Lascia accadere ciò che accade. Permetti a ciò che è, di esistere. Lascia cadere ogni tensione e lascia che la vita fluisca, che accada. E ciò che accade, te lo garantisco, libera. (Osho)

Categories: Diario Tags: Tag:, ,

Lei o Venere

art Tiziana Gissi

Nel giardino dell’anima nasce il sentimento, la fragilità profumata di un petalo di rosa
Un dolcissimo eco
Nella cavità di una conchiglia,
Una sottile nebbia che vela il monte,
Lei o Venere 
È la tua compagna,
La tua amica ,
Tua madre.
Da lei sei nato,
Non dimenticarlo,
Rispettala.
 

Acquerello

Acquerello

Art Tiziana Gissi

Nel silenzio della notte stellata            

Il mare canta baciando la

riva e le

sussurra parole che solo lei

comprende.

In quello sciabordìo le

lampare sono stelle

sull’acqua.

Lontano un faro per

Indicare la rotta.

È una storia eterna

di carezze e canti

Sulla riva del mare

Io l’ascolto in profondo

Il cacao

IL CACAO


art by Tiziana Gissi

Il nonnino e la nonnina

Lo sorbivano in cucina.

La Marietta poveretta

È li ancora che li aspetta.                                       

Il nonnino e il nipotino

Son golosi del cacao

E ti fanno marameo

Se il cono o la coppetta

Che offrir loro tu vorrai

Non contengono cacao

Dolce crema e panna

E sai i golosi che vedrai!

Sogno greco

No Comments

Sogno Greco

 

“Dalla finestra aperta

Il lento gesto del pennello

accompagna i miei pensieri.

Può il blu essere più?

Desidero far parte di quel colore,

tuffarmici dentro,

inebriarmi del suo

profumo, sentirlo nelle vene.

Amore infinito,

gioia pura,

pigmento dell’anima.”

 

Mentre dipingevo i pensieri correvano liberi, adoro la Grecia, i suoi colori, il bianco accecante, il blu intenso che t’invita a tuffarti. Come sottofondo musicale ascoltavo la ost di Saint Seiya dedicato al terzo film, soprattutto il brano dell’arpa mi ispira tantissimo, mi rilassa! Come tecnica ho usato i colori ad olio, una cosa che non si può spiegare a parole!!! Sono semplicemente fantastici, ti permettono di ottenere molteplici effetti certo il tempo di asciugatura sono lunghi… ma la luce che irradiano ti ripaga dell’attesa.

Categories: quadri Tags: Tag:, , ,

La sirena e l’anello di perla

No Comments

“La sirena e l’anello di perla” è un’illustrazione nata in un freddissimo gennaio! Pensavo a come sarebbe stato bello avere un poco di sole e di calore per cui presi la matita, il foglio e lasciai libera la fantasia il risultato fu…lei! La adoro follemente, senza dubbio una delle mie opere del cuore. Penso che esprima tanto sentimento al di là della tecnica che si è importante ma…le emozioni lo sono di più a mio avviso. Sognamo sempre. Una bellissima cosa è la poesia creata appositamente per l’illustrazione dal poeta Pietro Zurlo che ringrazio. Vi lascio alla lettura.

LA SIRENETTA
***di Pietro ZURLO***
***
Sotto un cielo di stelle in riva al mare…
sdraiato sulla rena a contemplare;
una bottiglia tonda si è arenata…
con tappo sopra e…tutta sporcata.

Son stato preso da curiosità…
e l’ho pulita tutta con le mani;
ed una forma intravedevo già,
oh cielo, chi sarà…una forma umana!

Era sdraiata in forma circolare
coprendo tutta la circonferenza,
capelli lunghi e neri, mano tesa…
come a volermi dire qualche cosa.

Aveva un dolce viso di fanciulla…
ed era ignuda…pelle color rosa;
e quella mano, par mi supplicava…
ed io capii, che cosa ella voleva.

Pensai ad altra lampada famosa…
che rese ricco il povero Aladino;
ma il mio pensiero fu per altra cosa:
di accarezzare i bei capel turchino.

E tolsi infin quel tappo che impediva
la fuoriuscita della creatura;
Un fumo azzurro, un soffio e dentro il mare
apparve di sirena una figura.

Si fece accarezzare i bei capelli…
visto che il pensier mio fu proprio quello;
un bacio, un caldo abbraccio ed un saluto…
e il sogno mio svanì, mi ero svegliato!!